L’Università di Brescia si classifica da anni ai primi posti tra le Università italiane in termini di occupabilità dei propri laureati, raggiungendo punte del 95% nel caso dei laureati magistrali in Ingegneria a tre anni dal lavoro. Questo dato estremamente positivo dipende fortemente dall’elevata attrattività del territorio bresciano, che oggi ha più che mai bisogno di forza lavoro.

Tuttavia, non bisogna dimenticare che, se trovare lavoro è facile, trovare l’occupazione che più risponde ai propri desideri può richiedere una preparazione nell’approccio alla richiesta di lavoro che molti sottovalutano.

Lo sapevate che un “recruiter” legge un curriculum di un candidato in circa sette secondi? E quindi che ciò che volete trasmettere deve “saltare all’occhio”?

Lo sapevate che le “technical skills” (l’insieme delle competenze tecniche acquisite durante il proprio percorso degli studi) è oggi dato per scontato, e che la selezione si basa soprattutto sulle cosiddette “soft skills” (l’insieme di competenze “non tecniche” quali l’abilità di presentarsi e parlare in pubblico, di risolvere conflitti, la propensione al lavoro di gruppo, al volontariato ecc.)?

In queste pagine trovate una serie di suggerimenti e indicazioni che riguardano l’approccio al mondo del lavoro, e di strumenti che vi aiuteranno nella fase di messa a punto del vostro “appeal” professionale.

Per approfondimenti ulteriori, è possibile rivolgersi al servizio Placement dell’Università.